Umbria

una bellissima regione al centro d'Italia

 

Claudio Maccherani, Perugia, 2016

L'Umbria č una piccola regione posta al centro della penisola, conosciuta anche come "cuore verde d'Italia" o come "cittą-regione", di 8.456 km2 di superficie, 900.000 abitanti e due capoluoghi di provincia, Perugia e Terni.

 

"Terra dove si sente il profumo dei fiori e la puzza di vacca. Terra dove non domina ancora il fetore dell'homo sapiens."

Vittorino Andreoli, "UMBRIA terra d'ombre", Carlo Grassetti Editore, Todi (PG), 1994

 

"I pił belli aspetti dell’Italia sono riuniti in questa meravigliosa Umbria come per il favore di un artista supremo"
René Schneider, "L'Ombrie", 1907

    Le cittą, i borghi, i luoghi

 

1

 

Perugia

   PERUGIA »

2

 

Citerna , Cittą di Castello, Costacciaro, Fossato di Vico, Gubbio, Gualdo Tadino, Lisciano Niccone,
Monte S.Maria Tiberina, Montone
, Pietralunga, San Giustino, Scheggia, Sigillo, Umbertide

   NORD »

3

 

Assisi, Bastia Umbra, Bettona , Bevagna , Cannara, Corciano , Deruta , Foligno,
Nocera Umbra, Spello
, Torgiano , Valfabbrica, Valtopina

   CENTRO »

4

 

Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Collazzone, Fratta Todina, Giano dell'Umbria, Gualdo Cattaneo,
Marsciano, Massa Martana
, Monte Castello di Vibio , Montefalco , Spoleto, Todi, Trevi

   CENTRO SUD »

5

 

Agello, Castiglione del Lago , Cittą della Pieve, LAGO Trasimeno, Magione, Paciano ,
Panicale
, Passignano sul Trasimeno, Piegaro, Tuoro sul Trasimeno

   TRASIMENO »

6

 

Cascia, Castel S.Felice, Castelluccio, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Ferrovia Spoleto-Norcia, Norcia
Monteleone di Spoleto, Poggiodomo, Preci, S.Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Vallo di Nera

   VALNERINA »

7

  Allerona, Baschi, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Fabro, Ficulle, Montegabbione, Montecchio,
Monteleone d'Orvieto, Orvieto, Parrano, Porano, San Venanzo

   ORVIETANO »

8

 

Acquasparta , Alviano, Amelia, Arrone , Attigliano, Avigliano Umbro, Calvi dell'Umbria, Giove , Guardea, Lugnano in Teverina , Montecastrilli, Montefranco, Narni, Otricoli, Penna in Teverina, Polino,
San Gemini
, Stroncone , Terni, Carsulae, Dunarobba, Marmore, Piediluco

   TERNANO »

9

 

Monti Sibillini, Monte Cucco, Monte Subasio, Monte Peglia, Monte Tezio, Colfiorito,
Fiume Tevere, Fiume Nera, Lago Trasimeno, Oasi WWF Lago Alviano, Bosco di San Francesco del FAI

   Parchi Naturali »

     

 

    I santi, l'acqua, il vino, altro...

 

10

  i SANTI dell'Umbria, terra mistica

   SANTI »

11

  "Il Natale in Umbria, terra di San Francesco", Vera Lścia de Oliveira, 2006

   Natale »

12

  "O Natal na Śmbira, terra de Sćo Francisco", Vera Lścia de Oliveira, 2006 [em portugues]

   Natal   »

13

  i Presepi tradizionali, artistici e "viventi" che si rappresentano a Natale in molti borghi umbri

   Presepi »

14

  i Umbria, terra di ulivi, viti e acqua, di Olio, Vino, Acque minerali e Terme di eccellenza

   Vino,Olio, Acqua »

15

  distanza di Perugia, in km, dalle principali cittą umbre

   distanze »

16

  mappa (ferroviaria) umbra

   mappa »

Con sono indicati i borghi che compaiono nella guida "I Borghi pił belli d'Italia". In Umbria ce ne sono ben 24 + 1, con i quali essa risulta la regione che ne ha di pił, sia in rapporto alla superficie che in assoluto. Aggiungendo a ciņ la presenza di cittą come Perugia, Assisi, Gubbio, Todi, Spoleto, Orvieto, Norcia, e tante altre, si puņ affermare che l'Umbria č una delle pił belle regioni d'Italia.

Forse č anche per la sua disarmante bellezza che l'Umbria č la regione con il pił alto numero di mistici e santi.

Ambiente da scoprire Umbria


umbriatourism.it


regione.umbria.it

______________________________________________________________________________________________________________________________

UMBRIA

Forse significa soltanto ombra: una terra ombrosa popolata d'alberi, coperta da foreste.
Ci sono tante piante e pochi uomini: ottocentomila, dispersi su un vasto territorio, misterioso. Una terra solitaria, per meditare: all'ombra di un faggio, di un abete. Terra d'ombre, luogo della memoria. La propria ombra, quella dei trapassati, della Storia.
(...)
Terra di contrasti, d'antinomie, di paradossi. Terra di miracolo.
  (...) Il miracolo della bellezza: luoghi costruiti per essere parte d'una cittą del cielo, non d'un angolo di terra. (...) Qui, in Umbria, si ritrova l'ombra d'antichi eremiti, nascosta tra i monti Martani, tra i Sibillini. Uomini che si celano al mondo per essere visibili a Dio. (...) L'Umbria č avvolta di sacro. Piena di dči. (...) Qui, in questa terra, vivono pił dči e santi che uomini. (...)
L'uomo del tempo presente vive di storia passata e respira ancora incenso e mirra. (...) Una terra piena di santi č necessariamente piena di demoni. Terra di uomini che pregano tra uomini che bestemmiano.

(...) Si sale fino allo sconfinato catino della Valnerina, colorato d'erbe e di fiori. Una tela dipinta d'infinito, da un pittore che ogni anno, al tempo della "fiorita", presenta un'opera d'infinita bellezza. Qui mi sono nascosto in un fiore e mi sono fatto petalo. Parte d'una Natura misteriosa quanto bella.
Ho conosciuto tanti prati, ma in Umbria un prato diventa il piano di Castelluccio: un sogno.
(...)

Terra di pozzi, di fontane, di sorgenti.
Terra limpida e fresca.
Terra essenziale, fatta d'acqua, di sacro.
Terra di silenzio, capace di ascoltare la voce misteriosa della natura:
                                                                        la voce dei boschi, degli animali.
Terra dove si sente il profumo dei fiori e la puzza di vacca.
Terra dove non domina ancora il fetore dell'homo sapiens.

In questa terra ho vagato a lungo e il mio naso si riempiva di nulla, un nulla che sapeva di cielo. Il puzzo del potere scompariva lontano e qui, tra scenografie incredibili, incontravo me stesso. Una terra d'avventura per riscoprire se stessi, quell'io nascosto, incatenato dalla follia del tempo.

Vittorino Andreoli, "UMBRIA terra d'ombre", Carlo Grassetti Editore, Todi (PG), 1994

    

by Claudio Maccherani, 2016